BONUS MOBILI 2019

Resta poco tempo per poter usufruire della detrazione IRPEF del 50%, sugli interventi di recupero del patrimonio edile e sull’acquisto della mobilia e degli elettrodomestici per l’arredo dell’immobile oggetto di restauro.

Resta poco tempo. Usufruisci della detrazione IRPEF del 50% sugli interventi di recupero del patrimonio edilizio e sull’acquisto di mobili finalizzati all’arredo dell’immobile oggetto di restauro, nonchè degli elettrodomestici.

Per poter beneficiare della detrazione è necessaria:

– Una spesa complessiva inferiore a euro 10.000,00;

– Una manutenzione ordinaria effettuata sulle parti comuni di
edificio residenziale;

– Una manutenzione straordinaria effettuata sulle parti comuni
di edificio residenziale e su singole unità immobiliari
residenziali;

– Un intervento di restauro e risanamento conservativo
effettuato sulle parti comuni di edificio residenziale e su
singole unità immobiliari residenziali;

– Un intervento di restaurazione edilizia effettuato sulle parti
comuni di edificio residenziale e su singole unità immobiliari
residenziali;

– Un intervento necessario alla ricostruzione o al ripristino
dell’immobile danneggiato in seguito a eventi calamitosi;

– Un intervento di restauro, risanamento conservativo e
ristrutturazione edilizia riguardanti interi fabbricati, eseguiti da
imprese di costruzione o ristrutturazione immobiliare.

La fruizione del bonus mobili spetta anche a seguito di interventi edilizi su parti comuni di edifici residenziali, a condizione che i mobili acquistati siano finalizzati all’arredo delle parti comuni e non all’arredo della propria unità immobiliare.

I mobili su cui si può usufruire l’agevolazione devono essere nuovi, e gli elettrodomestici devono appartenere ad una classe energetica non inferiore alla A+.

Tra le spese detraibili si possono includere quelle di trasporto e montaggio dei beni acquistati.

La detrazione del 50% deve essere ripartita tra i soggetti aventi diritto, in dieci quote annuali di pari importo, il cui importo massimo è di euro 500,00.

Per fruire inoltre di questa detrazione e necessario effettuare il pagamento dei beni tramite bonifici bancari o postali, carte di credito o carte di debito. Non sono ammessi altri mezzi di pagamento.

Precedente NOVITA' SUL VERSAMENTO DELLE RITENUTE Successivo LA RICOSTRUZIONE E LA VENDITA DI FABBRICATI CONTANO COME ATTIVITA' DI IMPRESA?